Parque Natural de Cazorla

Parque Natural de Cazorla

Il Parque Natural de las Sierras de Cazorla, Segura y Las Villas è un aerea protetta meravigliosa. Nel più grande parco naturale della Spagna, il parco copre una superficie di 190 mila ettari, potrete ammirare lo splendido scenario creato dalle rigogliose valli boscose, dagli altopiani e dalle montagne frastagliate. Durante la vostra visita sarà inoltre possibile avvistare numerose specie di animali selvatici, come cinghiali, stambecchi, mufloni, daini, e conoscere circa 2300 tipologie di piante.

Endemici del parco la violetta Cazorla, la lucertola Valverde, un narciso che si ritiene essere il più piccolo del mondo, e una particolare pianta carnivora.

Il parco occupa tutto il versante orientale della provincia di Jaén ed è attraversato dal Guadalquivir, il fiume più lungo dell’Andalusia che nei pressi di Hornos forma anche il lago artificiale Embalse del Tranco de Beas per poi dirigersi verso Siviglia e tuffarsi nelle acque dell’oceano.

Vi consigliamo di visitare il parco durante il periodo estivo per poterne ammirare i paesaggi e i suoi colori e per effettuare escursioni nei posti più isolati e remoti. Spesso gli alberghi e i campeggi del parco organizzano escursioni organizzate, anche nelle zone meno accessibili e più impervie. Si consiglia, inoltre, di spostarsi con un mezzo di trasporto autonomo.

Per raggiungere il Parque Natural seguite la tortuosa A319 da Cazorla fino al passo di Puerto de las Palomas e poi si scendete fino all’incrocio di Empalme del Valle e seguite la valle del Guadalquivir. A circa 15 chilometri da Empalme del Valle c’è il Centro de Interpretacion Torre del Vinagre, il Museo de Caza (Museo della caccia) e un giardino botanico.

Itinerari

  • Sierra de Cazorla. L’Itinerario si sviluppa nei pressi di Cazorla per circa 60 chilometri e tocca i seguenti luoghi. Da La Iruela, a 1 chilometro da Cazorla, prendere la Carretera Virgen de la Cabeza fino alla gola di El Chorro. Da qui salite verso il passo Puerto Lorente per poi scendere verso il Nacimiento del Guadalquivir, le sorgenti del fiume andaluso. Oltrepassate le sorgenti per raggiungere l’area ristoro Canada de las Fuentes. Tornate indietro e seguite la meravigliosa valle del Guadalquivir fino al Complejo Puente de las Herrerias, da qui percorrete a piedi il Sendero de la Cerrada del Utrero. Questo percorso circolare di circa 2 chilometri tocca costeggia imponenti pareti di roccia e raggiunge la Cascada de Linarejos, attraversa il fiume e torna di nuovo sulla strada. Dopo pochi chilometri verso ovest si giunge a Empalme del Valle, a circa 20 chilometri da Cazorla.
  • Rio Borosa. L’escursione del fiume Rio Borosa è la più famosa del parco e dura circa sette ore (andata e ritorno). Partendo da Torre del Vinagre si risale il corso del fiume, si supera la gola Cerrada de Elias grazie a una passerella di legno e si giunge alla Laguna de Valdeazores, alla Laguna de Aguas Negras, un lago artificiale, e alla Laguna de Valdeazores, un bacino naturale.
  • Hornos e El Yelmo. Su un alto promontorio roccioso si trova il villaggio di Hornos, nato intorno a un piccolo castello arabo che domina il lato settentrionale dell’Embalse del Tranco. Da Hornos, attraverso il Puerto de Horno de Peguera si raggiunge la vetta di El Yelmo. Da qui è possibile ammirare meravigliosi panorami oppure provare l’ebbrezza del parapendio e del deltaplano.
  • Segura de la Sierra. In cima a una montagna alta 1100 metri, a 20 chilometri da Hornos, si trova la città più bella del parco. Segura è dominato da un castello di origine araba dal quale si ammira un paesaggio indimenticabile su El Yelmo. Da vedere inoltre l’arco della Puerta Nueva e il Bano Moro, bagno arabo del 1150.

Dove dormire vicino Parque Natural de Cazorla

Cerchi un Hotel vicino Parque Natural de Cazorla? Clicca qui per vedere tutti gli alloggi disponibili nei dintorni di Parque Natural de Cazorla
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle