Cosa visitare nei dintorni di Granada

Anche se la città di Granada ha molte attrazioni interessanti da visitare, se avete tempo vi consigliamo di noleggiare un’auto o prenotare un tour per vedere altri luoghi da non perdere nella provincia di Granada, dalla montuosa Sierra Nevada alle località di mare come Almuñécar.

Sierra Nevada

Splendido panorama della Sierra Nevada

La catena montuosa della Sierra Nevada, imbiancata tutte l’anno, si estende per circa 75 chilometri dalla provincia di Granada fino alla provincia di Almeria ma tutte le cime più alte, come il Mulhacén che raggiunge i 3480 metri sul livello del mare, si trovano nella parte granatina. Il suo panorama è drammatico, cadenzato da fiumi torrenziali, gole, burroni, laghi e, ad altitudini inferiori, le vallate coltivate delle Alpujarras, ideali per escursioni a piedi, in bicicletta e a cavallo.

Scopri di più sulla Sierra Nevada

Las Alpujarras

Bubion e sullo sfondo la Sierra Nevada

La zona de Las Alpujarras, un fantastico labirinto di vallate che si estende per circa 70 chilometri sul versante meridionale della Sierra Nevada, è uno dei luoghi più suggestivi dell’Andalusia e dalla bellezza naturale incontaminata.

Ai fianchi delle colline terrazzate sorgono numerosi villaggi dalle case bianche di origine araba circondati da boschi ricchi di torrenti. Recentemente alcuni villaggi sono stati raggiunti dal turismo di massa, soprattutto britannico, ma nonostante ciò, Las Alpujerras rimane ancora un luogo dove è possibile rilassarsi e distaccarsi dalla vita frenetica di tutti i giorni.

Fermatevi a Lanjaron, una famosa località termale, a Orgiva, il maggiore centro della  Las Alpujarras e scoprite i pittoreschi borghi di Caratunas, Pampaneira, Bubin, Capileira, Pitres, Portugos, con la sua sorgente naturale, e Trevelez, il paese più alto della Spagna. Questi borghi unici hanno conservato la loro architettura berbera tradizionale con grappoli di case a schiera di color grigio-bianco con tetti di argilla piatti.

Nei ristoranti delle Alpujarras è possibile assaggiare la ricca e saporita cucina di tempi antichi. Trevelez è famosa per il suo jamon serrano, per l’ottima carne e le trote dei torrenti locali. Un caratteristico piatto alpujarreno consiste in uova al tegame, patate fritte, prosciutto, salsiccia e un pezzo di sanguinaccio.

Pamperia, Bubion e Capileira

Nella gola di Orgiva, arroccati alle pendici del Barranco de Poqueira, si trovano questi tre villaggi bellissimi villaggi con le loro massicce chiese mudejar del XVI secolo e i loro laboratori delle lavorazione della sete risalenti alla tradizione araba. A Bubion si trova il museo di arte popolare Casa Alpujarrena. I tre villaggi si trovano a circa 15 – 20 chilometri da Orgiva. Capileira è il punto di partenza per le escursioni a piedi lungo i numerosi sentieri del Barranco de Poqueira.

Pitres e La Taha

Il comune di La Taha è formato dalla cittadina di Pitres, che sorge a 1245 metri di altitudine, e dai villaggi di Mecina, Mecinilla, Fondales, Ferreirola e Atalbeitar che si trovano nella suggestiva vallata ai suoi piedi. Quest’area è ricca di sentieri che attraversano magnifici boschi, un appuntamento da non perdere per gli amanti delle escursioni.

Trevélez

Trevélez è un allegro villaggio che sorge a 1476 metri di altezza ed è famoso per essere la patria dello squisito jamon serrano. Per le strade del paese si trovano numerosi negozi di prosciutto e di souvenir. A est di Trevélez il paesaggio diventa più arido e il turismo è meno presente e nei villaggi di Berchules, a circa 15 chilometri da Trevélez, e di Yegen, dove ha vissuto lo scrittore Gerald Brenan, si respira un’atmosfera fuori dal tempo.

Almuñécar

Intorno al Castillo de San Miguel del XVI secolo, dal quale si gode di un meraviglioso panorama sulla costa, sorge Almuñecar, graziosa e antica cittadina.

Almuñécar, a 80 chilometri da Granada, è considerato uno dei resort turistici più attraenti della Costa Tropical. La città è stata fondata nell’VII secolo a.C. dai romani ma il suo nome è dovuto alla dominazione araba. Due importanti necropoli fenicio-puniche, un acquedotto romano di oltre 7 chilometri, le torri di guardia sono solo alcune delle ricchezze di questa cittadina unica.

Vicino a Playa de San Cristobal si trova il Parque Ornitologico Loro-Sexi e a poca distanza c’è il piccolo Museo Arqueologico, allestito nella Cueva de Siete Palacios, un complesso di gallerie romane. Nella vicina La Herradura è possibile praticare windsurf, immersioni, vela, parapendio ed escursioni a cavallo.

Tra i tanti eventi merita una menzione la festa della Virgen de la Antigua e la sua processione che si svolge di notte e arriva alla spiaggia di Puerta del Mar e si conclude con uno straordinario spettacolo pirotecnico nel Santo Peñones.

Infine, la cucina di Almuñécar si basa su antiche tradizioni, spesso di origine araba. I biscotti con il melone, la zucca con la salsiccia, le grigliate e la crostata di mango sono alcuni dei suoi piatti tipici.

Salobreña

Arroccata su un dirupo e ai piedi del grande Castillo Arabe, un edificio del X secolo che svetta a 105 metri sul livello del mare e che ospita  il Museo Arqueologico, sorge la città bianca di Salobrena, gioiello della Costa Tropicale nella provincia di Granada.

Le tortuose strade fiorite e le case bianche rendono questa località turistica molto affascinate. Per un po’ di fresco e per lasciare giocare tranquilli i bambini recatevi al Parque de la Fuente.

Al di sotto del paese si trovano numerose e frequentate spiagge di sabbia scura, ricche di ristoranti e di chiringuitos, piccoli bar all’aperto. Lungo il litorale noterete il Penon, una massiccia roccia che si sporge sul mare e che nel corso dei secoli è stata utilizzata come prigione e come luogo di sepoltura cristiana. Al largo di questa scogliera si trova un reef artificiale ideale per le immersioni e lo snorkeling, attività ideali da svolgere anche nella meravigliosa spiaggia di Caleton.

A soli 45 minuti da Granada, Solebrena è un ottimo punto di partenza per andare alla scoperta della Alpujarra, distante poco più di mezzora, ma anche luogo vivace per il soggiorno: la sua scena culturale è costellata da concerti, opere teatrali, film, feste tradizionali e il festival di flamenco Lucero del Alba.

Baza

La cittadina di Baza si trova nella parte settentrionale della provincia di Granada ed è un vero e proprio gioiello architettonico incontaminato. Conserva, infatti, il nucleo urbano musulmano originale costituito dalla Medina, la Alcazaba e i quartieri arabi dalle strette e tortuose stradine. Molto belle la chiesa di Santiago in stile mudéjar e la ex chiesa collegiata di Nostra Signora Santa Maria dell’Incarnazione, costruita sulle rovine di una moschea.

Baza si trova a 844 metri sul livello del mare ed è sovrastata da una montagna che domina il paesaggio. Appena fuori dal paese si trovano la città ibero-romana di Basti, due necropoli, in quella di Cerro del Santuario è stata ritrovata la famosa Dama de Baza, e i bagni arabi di Marzuela.

Peculiari della zona le case grotta, abitazioni scavate nella roccia abitate da tempi immemori e negli ultimi anni molto apprezzate dagli amanti del turismo rurale.

Per raggiungere Baza percorrete l’autostrada A92 oppure affidatevi alle compagnie di autobus che la collegano dalle principali città dell’Andalusia.

Mappa