Jaén

Jaen è una vivace cittadina universitaria con un bel centro storico, ma i turisti la ricordano soprattutto per le sue pregiate olive.

Jaén è il capoluogo della provincia omonima e si tratta di una vivace città universitaria. Il Castello di Santa Catalina, costruito nel XIII secolo durante l’occupazione araba e oggi trasformato in albergo, e la Cattedrale di Santa Iglesia, un edificio monumentale rinascimentale che contrasta con le case bianche in stile popolare che lo circondano, dominano la città e offrono splendide viste.

Nel centro storico, lungo tortuose stradine acciottolate, si trovano importanti monumenti come l’Arco di San Lorenzo, unico resto di una chiesa edificata in stile gotico -mudejar, la Capilla de San Andrés e l’Iglesia de la Magdalena, entrambi risalenti al 1500, il bellissimo Monastero di Santa Clara, il Palacio de Villadompardo, un edificio signorile del XVI secolo dove è ospitato il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari e i bagni arabi risalenti all’anno 1000.

Nel 1970 sono stati rinvenuti vicino a Jaén numerose sculture e diversi oggetti risalenti al 500 a.C. della popolazione iberica e oggi sono esposti nel Museo Provincial de Bellas Artes.

Vista la grande importanza nella provincia di Jaén degli ulivi, i piatti della tradizione gastronomica della città non possono non essere ricchi di olio d’oliva. Assaggiate l’ajilimoje, una salsa locale composta da olio, aceto di mele, patate e peperoncino, ottima spalmata sul pane caldo, l’insalata pipirrana, con peperoni, pomodori e aglio, il gazpacho cachorreño, una zuppa fredda a base di pane, chorizo e olio, e lo stufato di verdure alboronía.

Dose si trova Jaén

Jaen è facilmente raggiungibile in autobus e in treno dalle maggiori città dell’Andalusia ma potete anche volare all’aeroporto di Granada, da cui dista circa 100 chilometri, e lì prendere un’auto a noleggio in modo da spostarvi in completa autonomia e libertà alla scoperta dell’Andalusia e della provincia di Jaén.

Come arrivare a Jaén

La stazione degli autobus di Jaén, a circa 300 metri da Plaza de la Constitucion, è collegata con autobus provenienti da Granada in 1h30, Cordoba in 1h30, Madrid in 4 ore. La stazione ferroviaria di Jaén è ben collegata con Cordoba, 1h30, Siviglia, 3h00, e Madrid, 4h00.

Cosa vedere nei dintorni di Jaén

Oltre al Parco Naturale Sierra di Cazorla, al quale abbiamo dedicato una pagina, non perdete di visitare i borghi di Baeza e Ubeda.

Baeza

Baeza
Il Palacio de Jabalquint a Baeza

Baeza è una piccola città di campagna a circa 50 chilometri da Jaén che vanta numerosi e stupendi edifici e rinascimentali del XVI secolo, costruiti quando la città viveva un periodo di splendore dovuto alle prolifiche attività tessili locali, tanto da essere inserita dall’Unesco tra i siti Patrimonio dell’Umanità.

La cittadina sorge su un piccolo promontorio tra Castiglia e Andalusia e uno dei suoi gioielli è la Cattedrale rinascimentale di Santa Maria, costruita sul sito di una moschea, caratterizzata da elementi gotici come la Puerta de la Luna e il rosone, risalenti al 1200, e mudéjar, come gli archi acuti a ferro di cavallo delle cappelle. La torre a pianta quadrata era un tempo il minareto.

Molto belli anche il Palazzo Jabalquinto, il Seminario di San Filippo Neri e l’edificio dell’Università risalente al 1500. Che dire poi della chiesa di Santa Cruz, uno degli eccezionali esempi  di architettura romanica conservati in Andalusia, e delle case nobiliari che si affacciano su Plaza del Populo, Plaza de Leones e su Plaza de Candido Elorza, tre degli angoli più affascinanti di Baeza.

Per raggiungere Baeza potete viaggiare sui treni ad alta velocità Ave da Madrid, Siviglia e Malaga. La stazione ferroviaria Linares-Baeza si trova a circa 15 chilometri dal centro della città ma è ben collegata tramite un servizio navetta. A 10 chilometri di distanza si trova la cittadina di Úbeda.

Úbeda

Ubeda
La Sacra Capilla del Salvador a Ubeda

Nel cuore della provincia di Jaén, non lontano da Baeza, si trova la meravigliosa cittadina di Úbeda. Conosciuta come la capitale del rinascimento andaluso e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, la città sorge su una collina e ospita edifici e chiese progettati dall’architetto Andres de Vandelvira e costruiti grazie alle ricchezze di Francisco de los Cobos y Molina e di suo nipote Juan Vasquez de Molina, segretari di stato di Carlo I e Filippo II.

Il centro storico di Úbeda ha quasi la forma quadrata ed è un labirinto di stradine che si aprono su grandi piazze sulle quali si affacciano maestosi palazzi. L’Alcazar si trova nell’angolo sudorientale e da qui le strade si diramando verso le porte della città e la piazza monumentale di Vázquez de Molina. Imponente la Chiesa di Santa María de los Reales Alcázares, costruita sul sito di un’antica moschea araba.

Dei tanti edifici costruiti in stile gotico – mudejar segnaliamo il Palazzo di Francisco de los Cobos,  il Palazzo di Vázquez de Molina, l’Ospedale Honrados Viejos, il Palazzo del Preside Ortega, ora un hotel, il Palazzo del Marqués de Mancera e il Cárcel del Obispo, oggi sede del tribunale.

Ad Ubeda si possono acquistare le famose ceramiche arabe smaltate presso i numerosi laboratori di artigiani, soprattutto nel quartieri dei vasai a nordest della città vecchia o in Calle Valencia e sulla Cuesta de la Merced. Appena a sudest della città si trova il bellissimo parco naturale della Sierra de Cazorla, ideale per un’escursione di un giorno.

Per raggiungere Úbeda potete viaggiare in autobus o prendere un’auto a noleggio e muovervi in piena libertà.

Biglietti di ingresso e attività

Quelli che seguono sono i biglietti e i tour più richiesti a Jaén che vi consigliamo di non perdere.

Dove dormire a Jaén

Per vedere tutte le strutture e prenotare un alloggio a Jaén utilizza il form seguente, inserendo le date del soggiorno.

Dove si trova Jaén

Vedi gli Hotel in questa zona
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.6 su 11 voti

Località nei dintorni

Condividi