Museo de Bellas Artes

Il Museo de Bellas Artes, situato poco a nord del centro storico di Siviglia, ospita alcune delle più importanti opere di artisti spagnoli e non solo.

Un tempo adibito a convento, il magnifico Museo di Belle Arti di Siviglia, o Museo de Bellas Artes in spagnolo, è stato a lungo chiuso per lavori di restauro, ed oggi è uno dei più belli in tutta la Spagna.

Situato in una piccola piazza lontano dal caos del centro cittadino, l’edificio risale al 1594, anche se i lavori maggiori furono fatti durante il 1600, quando l’architetto Juan de Oviedo ne diresse i lavori, che prevedevano tra l’altro la demolizione del precedente edificio costruito in stile Mudejar.

Per completare i lavori ci vollero quasi 100 anni, ma una volta terminati l’edificio divenne uno degli esempi più raffinati di manierismo dell’Andalusia.

La struttura è costruita intorno a 3 patii, decorati con fiori, alberi e pregevoli lavori su tela. Il Museo de Bellas Artes fu fondato nel 1839, dopo la “desamortizacion” dei monasteri e dei conventi.

L’edificio infatti, come prima accennato, ospitava l’Ordine della Merced Calzada, ovvero delle Sorelle della Grazia, fondato da San Pietro Nolasco durante il regno di Ferdinando III di Castiglia.

Da quando l’edificio è stato adibito a museo, ha subito tre grandi interventi. Il primo, fra il 1868 e il 1898, coinvolse la ristrutturazione degli archi e delle mura del primo piano. Il secondo risale al 1942-1945 e vide l’apertura del patio de las Conchas. Durante il terzo e ultimo intervento, risalente soltanto al 1987, furono intrapresi altri interventi per ammodernare gli spazi espositivi.

La collezione

La collezione del Museo si sviluppa lungo 14 sale e si è creata principalmente grazie alle donazioni pubbliche e private di oggetti d’arte, per la maggior parte ecclesiastici. Il museo è dedicato soprattutto ad una collezione spagnola di arte e scultura, che copre le età che vanno dal Medioevo all’Età moderna, ponendo un occhio di riguardo sugli artisti della scuola di Siviglia, soprattutto del XVII secolo, periodo nel quale si ebbe la sua massima espansione.

L’antica Chiesa all’interno del Convento, ora chiamata Sala V, ospita proprio le opere della Scuola di Siviglia. All’interno del Museo vi è una sezione molto ampia dedicata agli artisti della scuola di pittura barocca di Bartolome Esteban Murillo, Juan de Vales Leal e soprattutto di Francisco de Zurbaran, figura artistica dominante in città a quei tempi.

Da non perdere la serie di pitture dedicate ai monasteri di San Paolo e San Domenico. Sempre nella Sala V, e proseguendo poi fino alla Hall VII, si possono ammirare i lavori di Murillo, anche questi spesso sono opere raffigurati elementi religiosi.

Qui al museo non perdetevi l’inquietante opera in legno di Torregiani, lo scultore, collega di Michelangelo, famoso per aver rotto il naso al grande Maestro e che concluse la sua vita proprio in una prigione di Siviglia.

Alla collezione della Scuola di Siviglia, il museo si arricchisce poi di sale espositivi dedicate alle opere di grandi artisti spagnoli come El Greco, Pacheco, Velàsquez e Alonso Cano.

Informazioni Utili

Il museo si trova in Plaza del Museo. Durante tutto l’anno, ad eccezione dell’estate, osserva l’orario di apertura 9.00 – 15.30. Dal 16 di giugno al 15 di settembre, il museo è invece aperto dal martedì al sabato con orario 9.00 – 20.30. Il lunedì è il giorno di chiusura.

L’ammissione per i cittadini appartenenti all’Unione Europea è gratuita, mentre per gli altri visitatori si richiede un piccolo contributo di ingresso pari ad 1,50 euro. Su richiesta, sono a disposizione tour privati con guida.

Per arrivare al museo, oltre che raggiungerlo facilmente a piedi, si può pensare di prendere un bus urbano. Fra le linee che hanno le fermate più vicine ci sono la C3, C4, C5, 6, 43, CC, 13, 14, B2 e B5.

Mappa

Cerchi un alloggio in zona Museo de Bellas Artes?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Museo de Bellas Artes
Mostrami i prezzi