Come organizzare un Tour in Andalusia

Tutte le informazioni utili per creare il vostro tour dell'Andalusia: quando andare, costi, attrazioni, itinerari consigliati, consigli pratici e altro.

L’Andalusia è la Spagna per antonomasia. Questa regione concentra tutto ciò che è tipicamente spagnolo: la convivialità delle tapas, la passionalità del flamenco, il rito della corrida, la sacralità delle solenni processioni della Semana Santa, l’allegria sfrenata delle ferias e tanto, tanto sole.

Una vacanza in Andalusia è un regalo da sogno che almeno una volta nella vita bisogna concedersi: per viverla al meglio l’ideale è fare un tour a tappe, spostandosi tra varie località.

Organizzare un tour in Andalusia può non sembrare facile data l’ampiezza della regione e l’impressionante quantità di cose da vedere e fare tra spiagge, villaggi tradizionali, città storiche, architettura araba, rovine romane, parchi naturali, percorsi trekking…

Ma proprio questa varietà e ricchezza sono fonti di grande entusiasmo e di allegria: con le informazioni giuste decidere le tappe del vostro itinerario in Andalusia non sarà fonte di ansia ma al contrario una piacevolissima attività che vi farà sembrare di essere già in vacanza.

Di seguito trovate tutte le informazioni per organizzare da soli un tour in Andalusia: mezzi per spostarsi, periodo migliore, costi, città di partenza, attrazioni da non perdere, itinerari consigliati, consigli utili e altro ancora.

Come spostarsi in Andalusia

Se la vostra vacanza in Andalusia non è un weekend in una sola città o una pigra vacanza di mare in cui gli unici spostamenti sono quelli dall’hotel alla spiaggia più vicina vi consigliamo fortemente di noleggiare un’auto.

Viaggiare con i mezzi pubblici in Andalusia è tecnicamente possibile ma nella realtà molto difficile. Si possono raggiungere in autobus soltanto le località più famose, e i treni sono ancora più scarsi. Molte linee sono in funzione solo in estate o magari solo nei giorni feriali.

Girare l’Andalusia in autobus o in treno vi costringe a pianificare ogni tappa con estrema attenzione e a rinunciare a molte delle località più belle; inoltre dovrete perdere molto tempo nell’attesa dei mezzi. Molto meglio l’auto a noleggio, grazie alla quale potrete andare dove volete, quando volete.

Quando andare in Andalusia

Nonostante le torride temperature che possono mettere a dura prova la vostra resistenza (raggiungere i 40° è piuttosto frequente e nelle ore centrali nelle città più calde si registrano anche punte di 50°), i mesi di luglio e agosto sono quelli con il più alto afflusso di visitatori. Questo comporta prezzi più alti per voli e hotel.

Per il caldo soffocante e i prezzi maggiori si sconsiglia di visitare l’Andalusia in luglio e agosto; in compenso, però, se viaggiate in estate potrete contare su tantissime feste popolari, tra cui la celebre Feria de Malaga, che aggiungeranno fascino e divertimento alla vostra vacanza.

I mesi migliori per visitare l’Andalusia sono maggio-giugno e settembre-ottobre. In questi periodi le temperature sono caldi ma non soffocanti, i prezzi scendono e troverete meno turisti in giro.

Un altro periodo consigliato per visitare l’Andalusia è la settimana di Pasqua: potrete assistere alle solenni celebrazioni e vivere un’emozionante esperienza come uno del luogo. Se scegliete questo periodo prenotate con largo anticipo perché la Semana Santa andalusa è famosa a livello internazionale e attira moltissimi visitatori.

Quanto tempo ci vuole per visitare l’Andalusia

L’Andalusia è una regione molto vasta: considerate che ci vogliono più di 4 ore per spostarsi dalla città più orientale (Almeria) a quella più occidentale (Huelva), senza soste e senza deviazioni nell’entroterra. Per fare paragoni, è più o meno il tempo necessario per attraversare tutta l’Italia del nord da est a ovest.

La durata ideale di una vacanza in Andalusia dipende molto dai vostri interessi; la cosa positiva, però, è che la regione è talmente ricca di attrazioni che se avete poco tempo a disposizione potete limitare il vostro itinerario a una sola zona e avrete comunque tantissime cose da vedere e da fare.

Un altro modo per ottimizzare il tempo a disposizione è di fare un itinerario lineare anziché circolare, ovvero arrivando in un aeroporto (ad esempio Malaga) e partendo da un altro (ad esempio Siviglia). Questo vi consente di risparmiare il tempo dello spostamento all’aeroporto di partenza. Lo svantaggio è che una soluzione più costosa, perché per consegnare l’auto a noleggio in una località diversa da quella di partenza dovrete pagare un sovrapprezzo.

In generale per un tour dell’Andalusia si consiglia almeno una settimana. Questo è il tempo necessario per vedere con calma 2 o 3 città principali e i villaggi e le attrazioni lungo il percorso che le collega. Se avete un paio di giorni in più a disposizione potete aggiungere un’altra città e un po’ di mare.

Da due settimane in su potrete prendervela con molta calma, dedicare più tempo alle attrazioni poco note ed entrare in pieno nello stile di vita andaluso.

Da dove iniziare un tour dell’Andalusia

Le città consigliate per iniziare un tour dell’Andalusia sono Malaga e Siviglia perché sono quelle che offrono più voli low cost per l’Italia. È possibile trovare voli anche per Granada, ma sono meno frequenti e in genere le offerte sono meno vantaggiose.

Quanto costa un tour dell’Andalusia

Una buona notizia: l’Andalusia non è una destinazione cara, anzi è una delle regioni più economiche della Spagna.

I prezzi salgono nelle grandi città e nei periodi di alta stagione (settimana di Pasqua, luglio-agosto e a Siviglia per la Feria de Abril), ma una volta lasciate le rotte turistiche più battute potrete dormire in deliziose casas rurales e fare scorpacciate di tapas e cerveza spendendo pochissimo.

Nel calcolare il budget della vacanza tenete conto di quanti musei e monumenti intendete visitare: alcuni hanno un prezzo contenuto o sono addirittura gratis, ma per i più famosi come ad esempio l’Alhambra mettete in conto un biglietto d’ingresso di 10-15 euro.

Per quanto riguarda le strade, invece, il costo è ridottissimo perché quasi mai occorre pagare il pedaggio. Gli unici tratti autostradali a pagamento in Andalusia sono:

Per ognuna di queste esistono alternative gratuite con strade statali e regionali, ovviamente un po’ più lente.

Quali località visitare durante un tour in Andalusia

Che tipo di tour volete fare? Prima di iniziare a pianificare l’itinerario del vostro tour andaluso fate mente locale sul tipo di esperienza che volete fare e scegliete le tappe di conseguenza.

Per aiutarvi nella scelta abbiamo elencato qui di seguito le più famose località dell’Andalusia suddivise per tipologia:

Un altro aiuto per stabilire le tappe del nostro itinerario ve lo può dare la nostra mappa interattiva: a colpo d’occhio avrete tutte le attrazioni da non perdere in Andalusia.

Itinerari consigliati

Non sapete da dove iniziare per creare il vostro tour dell’Andalusia? Ecco alcune proposte di itinerario in auto in Andalusia, pensate per chi vuole vedere il meglio di questa magnifica regione.

Itinerario classico dell’Andalusia

L’itinerario classico che vi proponiamo è un tour completo dell’Andalusia centrale che tocca le città principali e i paesini più belli. Occorrono dieci giorni per percorrerlo tutto fermandosi in ogni città un tempo sufficiente per visitare con calma tutte le attrazioni culturali.

Ecco le tappe: Malaga e spiagge cittadine (2 giorni), Ronda e Antequera (1 giorno), Granada (2 giorni), Cordoba (2 giorni), Siviglia (3 giorni), Malaga.

Itinerario mare e cultura in Andalusia

Il nostro itinerario mare e cultura in Andalusia vi consente di combinare giorni di relax in spiaggia e visite a paesini ed attrazioni culturali.

Si svolge nelle province di Malaga, Siviglia e Cadice ed è sufficiente una settimana per percorrerlo tutto. Con un po’ di tempo in più potrete fare delle soste per visitare i paesini lungo il percorso.

Ecco le tappe dell’itinerario: Malaga: visita delle città e delle spiagge cittadine (2 giorni), Antequera e Ronda (1 giorno), Siviglia (2 giorni), El Puerto de Santa Maria (1 giorno), Tarifa (1 giorno), Malaga.

Itinerario de los Pueblos Blancos

Per conoscere l’Andalusia più autentica concentrate il vostro tour nell’affascinante entroterra, puntellato di caratteristici paesini con le tradizionali casette dalle mura bianche. Piccoli mondi indipendenti, dove la vita scorre lenta e il tempo sembra essersi fermato.

La Ruta de los Pueblos Blancos è un itinerario on the road che vi porta a conoscere una ventina tra le più belle cittadine dell’Andalusia. Per percorrerlo ci vogliono un paio di giorni, ma consigliamo di prendersi più tempo per assaporare l’atmosfera magica di questi luoghi.

Per informazioni dettagliate sull’itinerario e le attrazioni da visitare in ogni tappa visitate la nostra pagina di approfondimento Itinerario de los Pueblos Blancos.

Informazioni utili per visitare l’Andalusia

Per godervi in pieno il vostro tour dell’Andalusia, senza ansie o stress, ci sono un paio di cose che è bene sapere prima di partire.

Orari di apertura

Un fattore di cui è bene tener conto nel pianificare un tour dell’Andalusia sono gli orari di apertura di negozi, ristoranti e musei. Perché?

L’Andalusia pare avere un fuso orario tutto suo, ed è in effetti è un po’ così: l’orario è quello spagnolo (cioè lo stesso italiano), ma da un punto di vista geografico, ragionando in termini di meridiani, dovrebbe avere lo stesso fuso orario di Londra. Questo fa sembrare gli orari un po’ sfalsati, sensazione provata da ogni italiano appena arrivato in Andalusia.

A questo aggiungete le torride temperature estive che rendono praticamente impossibile ogni attività nelle ore centrali del giorno.

Risultato? Gli andalusi si alzano tardi, fanno una lunga siesta durante il pomeriggio e finiscono di lavorare molto tardi. Se uscite di casa alle 9 del mattino è possibile che troviate ancora strade deserte e bar chiusi; allo stesso modo non provate ad entrare in negozio alle 3 del pomeriggio. In compenso però la luce dura molto a lungo e non avrete problemi a trovare un ristorante aperto alle 10 di sera.

Distributori di benzina

Il secondo fattore importantissimo da tenere in considerazione quando si fa un tour on the road dell’Andalusia è il rifornimento di carburante. Non viaggiate mai con poca benzina perché non è infrequente, soprattutto nell’entroterra, trovare lunghi tratti di strada privi di distributore.

Guidare in Andalusia

Guidare in Andalusia è generalmente facile. Tutte le città principali e le località balneari sono facilmente raggiungibili grazie a ottimi collegamenti stradali a scorrimento veloce.

Il discorso è un po’ diverso invece per i paesini dell’entroterra, che si raggiungono percorrendo strade secondarie tortuose e a tratti ripide. Vi ci vorrà un po’ più di attenzione, ma percorrere in auto le stradine dell’entroterra è una delle più belle esperienze che possiate fare in Andalusia. Davanti ai vostri occhi scorreranno incantevoli paesaggi e potrete scorgere delle gemme nascoste che i turisti dei tour organizzati non potranno mai vedere.

Vi sconsigliamo invece di usare l’auto per guidare all’interno dei paesini. I centri storici hanno viuzze strettissime, i posti parcheggio sono pochi e a volte in prossimità di salite ripidissime: meglio lasciare l’auto in hotel e girare a piedi. Lo stesso consiglio, seppur per motivi diversi, vale anche nelle grandi città.

Prima di prenotare l’auto a noleggio si consiglia di fare attenzione alle clausole dell’assicurazione. È sempre bene scegliere un’assicurazione totale che copra tutti i danni in caso di incidente.

Approfondimenti

Itinerario classico dell’Andalusia

Itinerario classico dell’Andalusia

Un itinerario di una settimana alla scoperta dell'Andalusia, studiato per coniugare visite culturali, divertimenti, relax e buon cibo.
Itinerario dei Pueblos Blancos

Itinerario dei Pueblos Blancos

Scoprite la magia dell'Andalusia più autentica con un percorso in auto che vi porta nei più bei paesini tipici: l'itinerario de los Pueblos Blancos.
Itinerario di 3 giorni a Siviglia

Itinerario di 3 giorni a Siviglia

Un itinerario di tre giorni a Siviglia per gustare al massimo tutto ciò che offre questa splendida città dell'Andalusia, tra monumenti e shopping.
Itinerario di 3 giorni a Malaga

Itinerario di 3 giorni a Malaga

Malaga è una città da visitare con calma e lasciarsi trasportare, ma con soli tre giorni a disposizione ecco un itinerario perfetto per apprezzarla.
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.8 su 10 voti
Condividi